You are hereI venti nel lago di Bolsena

I venti nel lago di Bolsena


----------------

CONSIGLI PER IL CARPFISHING E LA PESCA SU DOVE POSIZIONARSI IN CASO DI FORTE VENTO SUL LAGO DI BOLSENA

Il lago di Bolsena, il lago di origine vulcanica più grande d'Europa, 5° per dimensioni in Italia e il più grande del Lazio, offre un microclima del tutto particolare risultando inoltre molto esposto ai venti, tanto da guadagnarsi l'appellativo di "Lago del Vento", chiamato così dai numerosi appassionati che svolgono ogni anno l'attività del carpfishing che hanno pescato e continuano a pescare in queste acque e che hanno provato sulla propria pelle cosa significa trovarsi in barca o, peggio ancora, impossibilitati ad usare la propria imbarcazione con onde che possono superare in qualche circostanza anche i due metri di altezza.
Abbiamo così pensato di dare dei suggerimenti a chi non conoscesse il lago, in parole povere specificheremo quali sono le postazioni da prendere in considerazione e quali quelle da evitare nel caso volessimo venire a pescare sul lago anche se il meteo ci avverte della condizione di forte vento (dai prima uno sguardo alle condizioni meteo presenti a Marta).
Consigliamo comunque a tutti di utilizzare un'imbarcazione possibilmente più lunga di 3 metri o un gommone oltre ad avere la massima prudenza in barca e l'utilizzo del giubbotto salvagente.
---> Scopri dove si trova e come arrivare al lago di Bolsena
---> Guarda le onde sul lago di Bolsena a Marta durante una giornata di forte tramontana del 5 marzo 2015

Data la grandezza del lago, ogni zona è soggetta più o meno all'intensità del vento in base alla sua direzione di provenienza.
Un esempio è quando soffia il vento di libeccio (da sud-ovest) che provoca onde decisamente più alte nella parte settentrionale del lago (zona di Bolsena) e quindi un lago molto mosso o agitato (vedi immagine sottostante) mentre acque quasi calme o poco mosse nella parte meridionale (zona di Marta e Capodimonte).



Al contrario, con il vento settentrionale di tramontana, accade che la parte meridionale del lago risulta molto mossa o agitata mentre la parte a nord (zona di Bolsena) quasi calma o poco mossa anche per la protezione in parte offerta dai monti Volsini (che sfiorano i 700 m s.l.m.) che le stanno appena dietro alle spalle e quindi rimane più coperta e riparata dal vento da nord. Tuttavia in alcune particolari condizioni Bolsena risulta essere più ventosa grazie al vento di caduta dai monti Volsini.
Il vento di tramontana in certe condizioni meteo, in particolare durante la stagione invernale, può raggiungere e superare sulla sponda meridionale del lago di Bolsena anche i 100 Km/h (vedi immagine in basso).
In aggiunta, un livello del lago alto e il forte vento di tramontana possono creare dei grossi problemi alle spiagge e alle attività turistiche presenti sul lungolago (vedi QUI). Un'analoga situazione può accadere anche a Bolsena nella parte nord del lago ma con vento di libeccio.



In basso il grafico elaborato dalla stazione meteo di Marta del giorno 11 novembre 2013: si notano le raffiche di tramontana che superano gli 80 Km/h!



Di seguito mostriamo delle cartine del lago di Bolsena con le sponde evidenziate di rosso per comprendere quali sono quelle più esposte in base al tipo di ventilazione presente e poter quindi scegliere al meglio la propria postazione.

La pescosità delle varie sponde dipende dall'intensità dei venti (debole/moderato/forte), dalla copertura orografica della sponda battuta dal vento (es. monte Bisenzio), dal tipo di pesca (short/long range).

Vento da Nord (Tramontana)

Frequente nel Lago di Bolsena, soprattutto in inverno. Se sostenuta sono da sconsigliare le postazioni situate nei comuni di Marta, Capodimonte e parte del lungolago di Montefiascone. Meno esposte le altre postazioni, specie la zona di Bolsena.
Nel comune di Gradoli sono abbastanza esposte ma generalmente pescabili.
Questo vento, spesso di forte intensità con raffiche che possono superare nella stagione autunnale e invernale gli 80 km/h, può durare anche per una settimana in particolari condizioni meteorologiche.




Vento da Est (Levante)

Il Levante è un vento generalmente debole che spira da est verso ovest nel Mediterraneo occidentale. È un vento generalmente fresco nelle nostre zone, non di rado sintomo di instabilità atmosferica. Il vento può manifestarsi in qualunque periodo dell'anno. Si tratta di un vento moderato che non crea problemi per la pesca, comunque le postazioni meno esposte al vento di levante sono quelle di Montefiascone e Bolsena, abbastanza esposte ma pescabili tutte le altre. Il territorio di Gradoli è completamente esposto al vento di levante.




Vento da Sud (Ostro/Mezzogiorno)

È il vento proveniente dall'Africa, caldo e secco. Non è molto comune che ci sia questo tipo di vento ma le postazioni meno esposte sono quelle di Montefiascone, Marta e Capodimonte. Molto esposta a tale vento tutta la zona di Bolsena e parte quella di Gradoli.




Vento da Ovest (Ponente)

Il vento di ponente soffia generalmente come brezza marina durante la stagione estiva specialmente nel pomeriggio e la sera, lungo le coste della Maremma grossetana e del Lazio, inoltrandosi in modo più o meno deciso anche nel corrispondente entroterra, svolgendo un'azione alquanto mitigatrice sulla calura, pur tendendo ad elevare moderatamente i tassi di umidità per la provenienza dal mare. Non si tratta generalmente di un vento forte che impedisce l’azione di pesca, comunque le postazioni più esposte ma praticabili sono quelle del comune di Montefiascone, meglio tutte le altre postazioni.




Vento da Nord Est (Grecale)

Nella stagione invernale, il Grecale assume spesso le caratteristiche di vento freddo e secco associato alla discesa di aria artica continentale, soffiando più volte con intensità moderata o forte e portando temporaneamente instabilità atmosferica (anche in estate con i temporali). Durante la stagione estiva, il vento di grecale soffia con moderata o debole intensità.
Quindi in inverno, in presenza di questo vento, è meglio posizionarsi nel territorio di Bolsena o in parte di quello di Montefiascone, più riparati dal forte vento grazie alla presenza delle colline alle spalle.
Molto esposte le zone di Marta, Capodimonte e Gradoli.




Vento da Sud Est (Scirocco)

Lo scirocco è un vento caldo proveniente da Sud-Est che proviene dal Sahara e da altre regioni del nord Africa. Questo vento soffia più di frequente, con intensità anche oltre gli 80 km/h, in primavera e autunno raggiungendo un massimo nei mesi di marzo e novembre. Solitamente soffia per un tempo variabile da mezza giornata a molti giorni. Se l’intensità è alta sono da sconsigliare le postazioni situate nel comune di Gradoli, meno esposte le postazioni di Montefiascone e in genere un po' tutta la sponda meridionale del lago, ben pescabili con vento alle spalle.




Vento da Sud Ovest (Libeccio)

Durante la stagione estiva il vento di libeccio soffia generalmente con debole intensità lungo le coste occidentali della penisola italiana, in condizioni di stabilità atmosferica, ma può anche rinforzarsi di molto in caso di instabilità. In genere le postazioni di Bolsena e Montefiascone risentono sensibilmente di questo vento. Decisamente meglio sulla sponda sud-ovest del lago.
In linea di massima questo vento non causa problemi alla pesca.




Vento da Nord Ovest (Maestrale)

Il maestrale può soffiare dopo il passaggio di una bassa pressione, determinando un miglioramento generale delle condizioni del tempo con, in generale, una più contenuta diminuzione delle temperature rispetto al grecale, soprattutto nei valori minimi, e dei tassi di umidità. In genere non dura molti giorni. Le postazioni più al riparo dal vento di maestrale sono quelle situate nel territorio di Gradoli e Bolsena, più esposte invece tutte le postazioni di Montefiascone, Marta e Capodimonte.

Fonte FreeTime Bolsena

Forte tramontana a Marta (novembre 2013)



Video di una forte lagheggiata a Marta sul lago di Bolsena provocata da un intenso vento di tramontana

I VENTI IN DIALETTO LOCALE QUI