You are hereKornos, dove sorgeva l'antica città etrusca di Cornossa - Marta (VT)

Kornos, dove sorgeva l'antica città etrusca di Cornossa - Marta (VT)


----------------

Sulla sponda meridionale del lago di Bolsena sono state individuate le tracce di numerose aree sepolcrali, caratterizzate da tombe a fossa e a camera, riferibili probabilmente all'antico centro etrusco di Cornossa, forse ubicato sulla collina, ad est della foce del fiume Marta, che conserva il toponimo di Kornos (o Cornos).
In questa zona, nel corso degli anni, sono stati rinvenuti resti di una città etrusco-romana che sorgeva a oriente dell'attuale abitato di Marta (in particolare, tracce di una cinta muraria difensiva costituita da conci di tufo).

In particolare sono state rinvenute alcune migliaia di reperti di industria litica (selci scheggiate) rinvenuti sul litorale tra il porto di Marta e il colle di Cornossa: si tratta di manufatti risalenti all'epoca del Paleolitico medio e superiore, preziose testimonianze della presenza nella nostra zona sia dell'Homo di Neandertal, sia dell'Homo Sapiens.
Gli scavi effettuati in un breve tratto di pianura in prossimità della spiaggia indicano, inoltre, che una parte dell'antico insediamento risulta attualmente sommerso dalle acque del lago, mentre la collina, situata al confine con l'area pianeggiante, costituiva, in via ipotetica, l'acropoli fortificata della città.

Sembra tra l'altro che in epoca etrusca il centro abbia assunto una certa importanza, almeno a giudicare dalle tombe a camera sparse nel circondario: una di queste, in particolare, fortuitamente scoperta nel 1955, ha resituito un ricco corredo di ceramiche databili tra la seconda metà del VI e il V secolo a.C., tra cui molti vasi di bucchero di produzione volsiniese.

La zona un tempo era collegata all'isola Martana tramite una stradina detta "la strada di Amalasunta" (attualmente l'isola dista appena 1 Km dalla loc. Kornos).
Una situazione archeologica analoga la troviamo anche nel vicino Monte Leano sito nel territorio comunale di Viterbo nell'antica località di Montalliano, che un'epigrafe latina dice essere appartenuto in epoca romana al vicino municipio di Vesentum (Bisenzio) ma che, nel periodo precedente, ospitò un piccolo insediamento, indiziato da alcune tombe a camera sulle pendici dell'altura.
Leggi la storia di Marta e l'articolo "dalla preistoria agli Etruschi nel lago di Bolsena".



Tomba di Cornossa: brocca in bucchero nero



Tomba di Cornossa: olla con due manici in ceramica argentata



Tomba di Cornossa: coppa con due manici decorata a vernice nera



Dove sorgeva Cornossa



Strada Kornos (via della spiaggia), nei pressi dell'antico insediamento etrusco di Cornossa



I resti del castello di Monte Leano detto anche "La forchetta del diavolo"

Si ringrazia provincia.vt.it e Tuscia Mirabilis